mercoledì 3 ottobre 2007

Voglio il tuo sangue... ma senza OGM!

(Ringraziamo per il post una nostra assidua lettrice, socia AVIS)

Ebbene si, dal 19 settembre anche l'Associazione Italiana Volontari del Sangue (AVIS) si fregia del "merito" di essere entrata nella schiera degli anti-OGM aderendo alla coalizione "Liberi da OGM".

Certo viene spontaneo chiedersi il perchè un'associazione coe AVIS, votata alla sensibilizzazione verso la donazione di sangue, senta la necessità di prendere posizione in un dibattito che ben poco ha a che fare coi suoi scopi statutari. Ma, detto fatto, eccoci edotti delle nobili ragioni attraverso un illuminante comunicato stampa che pomposamente recita: “Per essere donatori di sangue occorre avere stili di vita sani, incentrati su un’alimentazione a base di prodotti naturali e di qualità. Aderiamo alla battaglia contro l’agricoltura transgenica per difendere tutte quelle produzioni, di cui è così ricca l’Italia, che contribuiscono ad una dieta equilibrata e al benessere psico-fisico delle persone”. Oibò, aggiugeremmo noi, anche perchè, secondo AVIS, "un'alimentazione sana aumenta i donatori" (???).

Quindi, donatori mi raccomando, da oggi si mangiano solo prodotti tipici (meglio ancora se bio) altrimenti il sangue ci va a male e, qualcuno, potrebbe aversene a male!
L'assurdità di tale presa di posizione é palese, ma soprattutto fastidiosa. Infatti non solo questo tipo di azione va ben al di fuori dei fini elencati nello statuto dell'AVIS, e non basta che non abbia alcuna base scientifica, ma avviene soprattutto dando per scontato che tutti gli aderenti siano disposti ad uniformarsi al pensiero unico anti-OGM... e ai donatori di sangue che ancora pensano con la loro testa, e si domandano se questa azione abbia a vedere più con il marketing che con la loro salute, non resta che accettare che il loro Presidente si diletti ad esternare in libertà anche a nome loro.

L'adesione dell'AVIS comunque non stupisce più di tanto. Oggi chi non salta (e di corsa) sul carrozzone "OGM = alimentazione mortifera" viene silenziato anche perchè tale assioma (indimostrato, anzi sconfessato) ormai è accettato da tutti (i media) e NON PUO' essere messo in discussione, pena la scomunica.

Però lasciateci dire che, se gli OGM fanno male, ci piacerebbe anche sapere perché!! Anche dal Presidente AVIS.
Cercando infatti con attenzione sul sito della consultazione, la risposta a questa domanda non la si riesce proprio a trovare!

Nella sezione "Approfondimenti" abbiamo però trovato un interessante documento intitolato "Alimento sapiens" in cui si parla di "sicurezza alimentare" a pagina 17, e dove si invita a suggerire l'istituzione di un autorità italiana per la sicurezza alimentare che possa "svolgere attività di ricerca, studio e monitoraggio su specifici settori connessi all’alimentazione e potenzialmente rischiosi per la salute umana, quali l’applicazione delle biotecnologie innovative al comparto alimentare." Ma dove sono gli approfondimenti su questi rischi?? Dopo oltre 10 anni di coltivazione di soia e mais GM, quali effetti collaterali sono stati trovati?? E con i nostri 6,2 M€ del progetto "OGM in Agricoltura" finanziato dal MiPAF è venuto fuori qualcosa di serio??

Se tale "coalizione" (o meglio sarebbe chiamarla "coaugulazione"...) avesse in mano dei dati che provino che questi rischi ci sono, perchè preferisce mantenersi così sul vago?? Strano, perchè a noi pareva che uno dei fini dell'iniziativa, almeno a detta del buon Mario Capanna, era di INFORMARE i cittadini su questo tema... non di plagiarli.

Qui pare che invece si preferisca suggerire che gli OGM facciano male, piuttosto che INFORMARE su quali rischi e benefici possano portare.

C'è poco da fare però, oggi, questa manipolazione dell'informazione, si chiama democrazia...

3 commenti:

Caspitina ha detto...

Mi dovrebbero spiegare come si distingue dal sangue se uno mangia ogm... chissà... forse perchè ha meno pesticidi in mezzo??

Parsifal ha detto...

Piacerebbe proprio saperlo pure a noi!
Con le ultime cose che sono uscite (meno contaminazione da micotossine col mais ogm) forse l'Avis dovrebbe rivedere le raccomandazioni che dà ai suoi donatori per mantenersi in buona salute, visto che pare proprio che "naturale" (cosa vorrà dire naturale poi?) e "sano" non siano proprio sempre sinonimi: le fumonisine sono naturalissime ma così sane non ci sembrano...
Donatori di sangue, ribellatevi!!!

Sabrina ha detto...

Interesting to know.

Related Posts with Thumbnails