mercoledì 10 ottobre 2007

Il Capannello (n.1)

Carissimi,
eccoci giunti al "difficile" momento dell'analisi dei risultati del nostro primo e (anche se ancora per poco) ultimo sondaggio.

Se ben ricordate era dedicato ad un brillante intervento del Nostro a Unomattina, in cui asseriva strane cose sulle proprietà organolettiche delle fragole-pesce che però, oibò, pare (dico pare) NON ESISTANO!

Ai nostri lettori si domandava dunque se il buon Capanna, su questo specifico tema, fosse all'oscuro di tutto o ci mettesse del suo, ovvero, detto in più nobili parole, se a) mentisse sapendo di mentire, o b) fosse solo un ignorante della questione (si badi bene, nel senso etimologico del termine).

A quanto pare, nella tenzone di trovar soluzione al dilemma, i nostri lettori si son spaccati giusto giusto a metà.

Questo genera un grave dilemma anche a noi, se infatti i cittadini (almeno quelli che bazzicano questo blog) sono divisi, quasi quanto i fantomatici scienziati di Capanna, allora si dovrebbe applicare il principio di precauzione, non potendo dare una risposta ultimativa al fatto.

Noi diciamo subito che ci sembra eccessivo chiedere una moratoria sine die sulla questione, come qualcuno energicamente ha proposto, e che in ultima analisi la cosa più saggia da farsi sia il chiederne ragione al diretto interessato...

Insomma: "a Capà, dacce 'na mano tu... cè stai o cè fai?"



Caccia all'errore!

Cogliamo l'occazione per proporvi un nuovo gioco da fare insieme: Caccia all'errore!
Partecipare è semplice, guardate il filmato che vi proponiamo e spediteci all'indirizzo basta.bugie@yahoo.com "eventuali" errori (di qualunque natura) che "pensate" di aver riscontrato. I commenti più "saggiuti" verranno, come al solito, pubblicati sul nostro blog.


(per gli utenti explorer, per lanciare il video: cliccare sul box, poi tasto destro - play)

Per cominciare a scaldare la competizione, vi proponiamo noi qualche piccola provocazione...

...secondo voi, quanto parla di onesta intellettuale sa cosa dice? e poi, avrà letto lo studio del CDC? saprà dunque che le malattie non sono raddoppiate? e ancora, secondo voi, sa cos'è un programma quadro di ricerca europeo? e che quei 70 M€ che la giornalista cita sono soldi nostri, pubblici e non delle multinazionali? e che quella ricerca (pubblica) fu condotta dal 1985 al 2000 e l'EFSA allora non esisteva ancora? lo sa che anche un "bambino" (ehi, è una controcitazione!), guardando i consumi di soia italiani, capirebbe che senza la soia GM di importazione la nostra zootecnia collasserebbe?

Alla prossima! e buona ricerca.

PS. un sentito ringraziamento qui non può mancare al nostro disegnatore che, pro bono, si è offerto di dare forma al pensiero di tutti noi.

Se vi vengono idee... non esitate, provvederemo subito a girargliele. Se invece vi sentite ispirati anche voi... accettiamo schizzi, chine, acquerelli e qualcunque altra forma di creazione grafica vogliate farci pervenire (purchè in formato digitale!).

2 commenti:

Andrea ha detto...

Troppo grandi!... ma secondo voi non c'è nessuno che consiglia questo poveruomo?

Marco78 ha detto...

Credo di sì, perchè non credo che lui abbia mai saputo cosa fosse il CDC prima di diventare portavoce dei liberi da OGM.

Secondo me lo stanno usando come paravento gli pseudo scienziati dei diritti genetici che non hanno il coraggio di dire in pubblico queste sciocchezze e allora gliele fanno dire a lui.

Related Posts with Thumbnails