sabato 27 marzo 2010

La teoria della montagna di merda® e la politica OGM

Dobbiamo fare coming out e ammettere che anche noi siamo sostenitori della "teoria della montagna di merda®". Essa sostiene che un idiota puo' produrre piu' merda di quanta tu non possa spalarne.*

In altre parole essa spiega il perchè vinceranno sempre i cialtroni, ossia perche' la competenza costa piu' dell'incompetenza.

Avevamo in programma di dimostrare l'estendibilità di tale teoria anche al mondo degli OGM dopo l'exploit del de-cretino firmato Zaia, ritenendo che esso avesse raggiunto il limite più basso dello storto diritto e della farloccheria anti-OGM. Peccato ci sbagliassimo.

Abbiamo infatti ricevuto da Piero Morandini, ricercatore dell'Università di Milano, la segnalazione di un'interrogazione parlamentare a firma del Senatore della Repubblica Tomaso (con una m sola) Zanoletti che, a quanto pare, supera il de-cretino di molte lunghezze.

Ci limitiamo pertanto a riportare il testo dell'interrogazione. I commenti sono stati redatti dallo stesso Morandini.

Legislatura 16º - Aula - Resoconto stenografico della seduta n. 353 del 23/03/2010.

ZANOLETTI - Ai Ministri della salute e delle politiche agricole alimentari e forestali - Premesso che:

le società multinazionali stanno invadendo il mondo con Organismi geneticamente modificati (Ogm) "segretati", di cui non si conosce la modifica apportata ai vegetali perchè coperta da segreto industriale;

L’affermazione è farneticante. Tutti i dettagli del gene, della trasformazione, analisi dei rischi, pubblicazioni, ... sono pubblici e visibili ad esempio qui.

i virus transgenici con cui oggi si realizzano gli Ogm penetrano nel DNA della pianta, modificandola in maniera sconosciuta;

L’affermazione è falsa perchè a) non si usano virus, b) la modifica è conosciuta (la stessa cosa non è possibile dire per migliaia di piante coltivate, tra cui, ad esempio, piante di frumento come Creso, ampiamente usato in Italia per fare pasta).

tali virus transgenici dovrebbero restare latenti, ma nulla può escludere che possano anche riattivarsi in maniera analoga a noti virus tumorali induttori di leucemie, sarcomi, carcinomi, gliomi;

A parte che non sono virus e quindi non possono neanche riattivarsi, ma se anche fosse vero, a maggior regione non si dovrebbero mangiare carne, formaggio, latte, frutta e verdura per gli stessi motivi perchè spesso contaminati da virus di varia natura, spesso di origine animale e quindi presumibilmente più pericolosi per l’organismo umano. Per non parlare dell’acqua di mare che contiene tra 10 milioni e 100 Miliardi di particelle virali o virus-simili per litro.

essi possono anche essere portatori di malattie nuove o di malattie abbastanza simili a ben note sindromi purtroppo ancora poco comprese nella loro dinamica (AIDS, Mucca Pazza, eccetera);

Non solo non esiste alcuna evidenza che le piante transgeniche oggi in commercio abbiano causato anche solo un raffreddore, ma c’è ampia evidenza degli enormi benefici ambientali e sanitari. Propagare tali menzogne e illazioni non fa altro che ritardarne l’introduzione in vari paesi negando ai rispettivi popoli i benefici. Per esempio, l’opposizione e l’isteria qui descritta su piante come il mais Bt colpisce i nostri maiscultori oltre che le popolazioni povere del Guatemala costringendole a mangiare mais contaminato da micotossine, che sono causa di malattie come la spina bifida.

il Cauliflower Mosaic Virus (CaMV) utilizzato dalle multinazionali Ogm per modificare geneticamente le piante è in grado di penetrare e di replicarsi anche nelle cellule degli animali, comprese quelle dei mammiferi e anche quelle umane, in quanto possiede particolari promoters (motori di attivazione genetica);

Non viene usato il CaMV, ma solo un pezzo del suo DNA, che risulta quindi tanto efficace a causare infezioni (nei cavli peraltro) quanto la testata di un motore è efficace da sola a far andare una macchina. Il virus intero è peraltro abbondante in molti ortaggi, principalmente piante come cavolo, cavolfiore, broccoli, colza... (Shepherd RJ, 1981. Cauliflower mosaic virus. AAB Descriptions of Plant Viruses No. 243.)

consumando prodotti modificati geneticamente con il CaMV, quest'ultimo può generare un super virus capace di propagarsi nelle piante ad uso alimentare, negli insetti (ad esempio nelle zanzare), e quindi arrivare all'uomo;

Si potrebbe anche ipotizzare che una pianta di mais sia capace di camminare e di andare in giro a strangolare i passanti, ma tale ipotesi valgono solo in universi paralleli a quello conosciuto.

non avendo a disposizione l'informazione di base relativamente agli Ogm "segretati", non è possibile neppure predisporre metodi di analisi e controllo;

Affermazione falsa. Tanto e vero che vengono fatti controlli, anche da privati, sulle migliaia di tonnellate di prodotti importati per la presenza di prodotti approvati e non approvati nell’Unione Europea. La tolleranza zero verso le varietà non ancora approvate rischia di causare un tracollo della zootecnia della UE.

tali Ogm sono prodotti negli Stati Uniti ed altri Paesi dove non vengono separate le filiere Ogm e le esportazioni possono risultare contaminate, rendendo la situazione intollerabile oltre che rischiosa,

Se non li segregano nei paesi di origine vuol dire che le autorità locali non li giudicano pericolosi. Essendo consumati anche da loro e da molti altri paesi risulta difficile credere che tutti questi paesi (produttori o importatori) non si preoccupino minimamente di tutelare la salute pubblica. I complotti globali possono certamente esistere, ma questo sembrerebbe proprio di proporzioni galattiche (e ipotizzato su una enorme serie di informazioni false o comunque fantasiose)

si chiede di sapere:
se i Ministri in indirizzo non ritengano opportuno, per motivi di sicurezza e garanzia della salute, ottenere dai Paesi produttori le informazioni di base per programmare e disporre dei metodi di analisi e controllo;

Come specificato le informazioni esistono già, sono accessibili a tutti e già usate da molti enti di controllo, anche italiani.

se non intendano incaricare l'Istituto superiore di sanità e l'Istituto zooprofilattico di approfondire lo studio delle produzioni di Ogm "segretati", vale a dire quelli di cui non si conosce la modifica apportata;

se non ritengano utile, infine, separare le diverse filiere Ogm per evitare possibili contaminazioni nelle esportazioni.
(4-02892)

solo sarebbe più costoso, ma già adesso risulta praticamente impossibile visto che importiamo circa il 90% del nostro fabbisogno di soia e che il 77% della soia coltivata a livello mondiale è transgenica.


Una nostra nota conclusiva

Il nostro sistema prevede che il popolo, con il suo voto, democraticamente elegga dei rappresentati che delega per affrontare e "risolvere", in sua vece, i problemi del paese dedicando il proprio tempo e la propria intelligenza.

A quanto pare il sistema, alla luce dei risultati, andrebbe, almeno un pochino, rivisto (qui ci fermiamo per non diventare scurrili).


(*) E' vero, esiste la Direttiva Nitrati, ma essa non norma la quantità di merda producibile, solo la quantità spargibile. Inoltre si sà che, in quanto a OGM e dintorni, il diritto serve solo per pulirsi al termine delle operazioni di spargimento.

8 commenti:

ilVice ha detto...

ottimo articolo, come sempre!
E' disperante constatare con quanta solerzia (e con quale diffusione!) i politici prendano posizione sulla base di ideologie e pregiudizi, quando non per disinformazione e luoghi comuni.

Non si pretende che siano laureati in biotecnologie, diritto, statistica, economia e agraria per valutare il tema GMO, ma quantomeno abbiano la decenza di informarsi e mettersi nella condizione di pensare lucidamente. O altrimenti in cosa consisterebbe il loro lavoro? Quale sarebbe la differenza fra un attuale ministro Zaia e il mio barbiere?


(Attenzione al link . A me dà 404, credo andrebbe controllato)

Lancillotto ha detto...

Grazie.
Ora il link di Agbios (se era quello che intendevi) funziona.

s.t.e. ha detto...

Ma come si fa a dire che una tecnologia brevettata è stata segregata?
è un controsenso lo scopo sociale dei brevetti è quello di favorire la ricerca garantendo lo sfruttamento economico della tecnologia al suo inventore ma contemporaneamente questi deve rendere pubblici tutti i dati relativi alla sua invenzione, per dare a chiunque (una volta scaduta la tutela del brevetto) la possibilità non solo di replicare l'invenzione, ma anche di usarla come base per future scoperte (che a loro volta potranno essere brevettate) facendo così progredire tutta la società.

Anonimo ha detto...

Cari BBB,
grazie per aver ripreso la mia risposta al sen. Zanoletti. E grazie anche per il difficile lavoro di divulgazione che fate.
Ho notato che i link al fondo del blog non funzionano più e il motivo è che il settimanale Tempi ha dismesso il vecchio archivio. Cercherò, tempo permettendo, di creare un archivio sulla mia pagina personale e poi di mandarvi il link.
Nel frattempo posso segnalare altri articoli che sono usciti su IlSussidiario:
http://www.ilsussidiario.net/Autori/Archivio/911/Piero-Morandini/
Grazie, Piero Morandini

s.t.e. ha detto...

e.c.: segretata, sorry

fhtino ha detto...

Complimenti. Articolo molto interessante. Sempre molto sanguigno, come tutti i vostri POST :)

Leggendolo stavo facendo una considerazione. Ma se una persona dicesse cose simili, cioè totalmente infondate, su altri argomenti più tradizionali, verrebbe immediatamente denunciata per "procurato allarme" (se c'è qualche avvocato, potrà essere più preciso). Voglio dire: se dicessi cose del genere ad esempio sulle automobili FIAT verrei immediatamente denunciato per "procurato allarme" e/o "diffamazione". Giusto? Perchè non avviene anche per gli OGM? Perchè le varie aziende che lavorano con gli OGM non fanno una bella denuncia a qualche procura?

Boh....

Fabrizio

Lancillotto ha detto...

Perchè gli OGM sono il nemico perfetto.

A parte ad uno sparuto pugnetto di ricercatori idealisti e squattrinati e 4 brutte multinazionali, nessuno ha l'interesse a difendere quella che è una tecnologia che non si tocca con mano e richiede, per essere inquadrata correttamente, almeno 3 sinapsi attive.

Anonimo ha detto...

ok dai, il ministro non è più zaia

Related Posts with Thumbnails