martedì 7 giugno 2011

Referendum: che tipo umano sei?

Il nostro ultimo post sui referendum del 12-13 giugno ha sollevato un sacco di insulti (all'intelligenza).

Vale la pena ricordare che noi ci siamo limitati ad esserire che è discretamente stupido parlare (e votare) di cose che non si conoscono/capiscono (anche se è un diritto), specie se hanno/possono avere effetti sul futuro del paese. Evidentemente, questo banale consiglio dettato dal buonsenso, non è stato da tutti apprezzato.

Questione di tipi umani. Noi ci siamo limitati a identificarne 4. Questi.



Premessa

Innanzitutto va detto che la schematizzazione non è tutta farina del nostro sacco. Alcuni anni fa qualcuno ce la propose, ma non ricordiamo la fonte originale, nè se la nostra rielaborazione sia fedele ad essa. Ma si fa per ridere (più o meno) e quindi prendetela così com'è. Se poi sapete la fonte originale tanto meglio, non aspettiamo altro.

I tipi umani
Tipi umani
I dodo

Sono coloro che, volendo avvantaggiarsi a danno degli altri, avendo un QI inferiore a 25, riescono (di solito) solo a fare del male a se stessi. Generalmente finiscono dentro o vivono di poche briciole. Sono fastidiosi, ma non pericolosi.

I serpenti

Sono intelligenti e sono disposti anche a sacrificare l'interesse collettivo per ottenere un vantaggio personale. Sono pericolosi perchè non hanno problemi a mentire sapendo di mentire e ad usare l'ingenuità delle persone per i propri scopi, oltre a metodi non propriamenti limpidi. In genere, se sono davvero intelligenti, riescono ad acquisire con facilità posizioni di potere che usano principalmente a scopi personali. Il bene collettivo esiste unicamente nella misura in cui è funzionale al bene personale (sia esso materiale o immateriale).

I polli

Sono persone in sostanza buone, o che si sentono tali, ma ragionano secondo categorie semplici. In genere necessitano di dividere la realtà in cose fas e nefas (bello e brutto, buono e cattivo). Necessitano anche di una motivazione ideale autogiustificatoria che li faccia sentire di essere dalla parte giusta della mangiatoia. Tale motivazione spesso viene dall'appartenenza a gruppi/partiti/religioni/ideologie... che decidono l'orizzonte sociale del pollo.
Sono le persone più pericolose perchè pensando di fare del bene fanno del male a sè e agli altri. Sono la colonna vertebrale di qualunque regime. Un serpente da solo non può nulla, ma quando entra in un pollaio...

I leoni

Sono intelligenti e consapevoli della realtà, cercano in genere di andare al fondo delle questioni. Hanno un solo grande difetto. Non sanno barare e la coscienza del proprio limite li frena dal fare cose in cui non si sentono competenti. Cercano in genere un bene per sè che coincida anche con il bene collettivo. Difficilmente raggiungono posizioni di potere. Combattono contro serpenti con un braccio legato dietro la schiena. Davvero difficile vincere in una arena DEMOCRATICA piena di polli che non comprendono i limiti e i distinguo, ma vogliono solo sapere se beccare a destra o a sinistra o se devono godere dicendo di si o di no.

Un preclaro esempio di pollaio, stranamente pieno di polli.

Dimmi cosa farai il 12-13 giugno e ti dirò chi sei.


Disclaimer

Se non vi sentite rappresentati nella schematizzazione è perchè è una schematizzazione. Oppure, più probabilmente (per il calcolo delle probabilità), è semplicemente perchè siete dei polli, ma non lo sapete, dopotutto, siete dei polli.

1 commento:

Zaneddu ha detto...

L'originale - non in versione zootecnica - era del grandissimo professore Carlo Maria Cipolla, in "Allegro ma non troppo; le leggi fondamentali della stupidità umana". Complimenti per il blog :)

Related Posts with Thumbnails